¿SOY CUBA?

Sarà la nuova generazione cubana a inaugurare la prima esposizione della Palazzina dei Bagni Misteriosi del Teatro Franco Parenti In collaborazione con GALLERIA CONTINUA.

Dal 13 ottobre al 19 novembre in via Carlo Botta 18 verrà allestita ¿soy Cuba?, una mostra che racconta Cuba e la sua scena artistica ricca di giovane e originale energia.

8 gli artisti contemporanei scelti: Alejandro Campins, Elizabet Cerviño, Susana Pilar Delahante, Leandro Feal, Osvaldo González, Luis Enrique López, Reynier Leyva Novo e José Yaque. La mostra è una riflessione corale sull’attuale momento storico cubano, un racconto che sollecita gli interrogativi di una intera generazione che ha deciso di mantenere ben salda la propria identità culturale, ma al tempo stesso di viaggiare a lungo per dialogare con la comunità artistica globale.

¿soy Cuba? – un’idea di Marina Nissim, a cura di Laura Salas Redondo, in collaborazione con Galleria Continua e Associazione Pier Lombardo – proporrà opere pittoriche, performative, fotografiche create per l’occasione, nonché installazioni site specific.

‘La Palazzina dei Bagni Misteriosi ritrova finalmente la luce e la restituisce alla città, con quella fiamma rara e potente che ha la bellezza quando nasce dal detrito. Abbiamo rigenerato un luogo per rigenerare le persone, lo abbiamo attraversato, interrogato, svelato.

In questi spazi che un tempo ospitavano gli spogliatoi, le caldaie e i locali di servizio del Centro Balneare Caimi, nei quali molto è ancora da fare, vogliamo che svaniscano i confini fra le arti, ma anche in senso più ampio fra tempi, luoghi e realtà possibili. Questo è un luogo di contaminazioni e intrecci: i confini esistono per essere attraversati.

Quale (in)augurazione migliore della mostra ¿soy Cuba?, che parla di confini, del loro attraversamento e pone una domanda che è già una risposta possibile?’

Andrée Ruth Shammah

 

Scopri di più >>

Info e prenotazioni >>

 

In occasione della mostra ¿SOY CUBA?
Otto artisti contemporanei

DA FIDEL A CASTRO

Presentazione del libro di Michele Petrocelli
(Onereed Edizioni)

Intervengono con l’autore Raul Della Cecca,
Simonetta D’Amico, Carmine Pacente

L’Avana 26 novembre 2016, muore Fidel Castro, finisce un’epoca iniziata gloriosamente l’8 gennaio 1959 quando Fidel assieme a Ernesto “Che” Guevara, con una spedizione di 82 persone, diedero il via all’occupazione della Sierra Maestra e a una guerriglia che portò i rivoluzionari a conquistare la capitale l’Avana. Questi argomenti, insieme alle altre, poco conosciute, tre “rivoluzioni” cubane sono trattati nel saggio di Michele Petrocelli che offre uno spaccato singolare della storia cubana, da quella più recente a quella più antica, fin dalla sua scoperta. Un’analisi a tratti sociologica e a tratti storico-politica influenzata dagli studi critici dell’esperto di relazioni e politiche internazionali, qual è l’autore.

Dettagli >>